SURRENECTOMIA LAPAROSCOPICA RETROPERITONEALE

DEFINIZIONE
Asportazione di neoplasie (benigne o maligne) della ghiandola surrenalica. L’accesso laparoscopico può essere trans uretroperitoneale. La mia preferenza è nell’accesso retroperitoneale sia a destra che a sinistra.

INDICAZIONE
Neoplasie funzionanti o adenomi non funzionanti di dimensioni superiori a tre cm o che hanno un incremento annuo superiore a 1 cm.

DESCRIZIONE DELLA TECNICA
Il paziente è in anestesia generale ed in posizione laterale. Nell’accesso retroperitoneale viene eseguita una prima incisione di circa due cm sul fianco. Per via smussa si procede a dissezione e alla creazione di uno spazio operativo. Altre tre porte ( incisione di cm 1 ) sono posizionate . Sotto controllo endoscopico viene isolato il surrene. La vene surrenalica viene clipeata e sezionata e il pezzo viene posto in endobag e rimosso attraverso la incisione di accesso.

DURATA DELL'INTERVENTO
L’intervento ha durata non superiore a 60 minuti.

COMPLICANZE
Le complicanze chirurgiche sono rare. Possibili complicanze nei tumori funzionanti possono essere prevenute con una opportuna preparazione pre-operatoria.

PERDITE EMATICHE
Non superiori a 100 cc.

DECORSO POSTOPERATORIO
Dopo 24 ore il paziente si alimenta e si alza dal letto. La degenza è mediamente di tre giorni. Dopo 15 giorni si può tornare alla normale attività lavorativa.

CASISTICA PERSONALE
La casistica di surrenectomie laparoscopiche retroperitoneali è di 70 interventi. Nessuna complicanza di rilievo.